website builder


Consulenza Tecnica di Parte per il Tribunale CTP

"Non diciamo mai la verità perchè, in fondo, non la conosciamo" (R. Gervaso)

Come CTP ho una formazione specifica in Psicologia Giuridica e Forense oltre all'esperienza pratica come Giudice Onorario di Corte d'Appello, prima di accettare l’incarico analizzo attentamente il fascicolo processuale per comprendere dove e come il cliente, che devo conoscere, si colloca rispetto al benessere del figlio.

Svolgo la CTP o Consulenza Tecnica di Parte in qualità di consulente di una delle parti e partecipo a tutte le attività peritali del CTU nominato dal Giudice.
Lavoro a stretto contatto con il CTU con l’obiettivo di salvaguardare il benessere psicofisico del minore o dei minori coinvolti.
Controllo l’operato del CTU al fine di garantire la massima trasparenza e correttezza sul piano metodologico. Tramite il legale, posso manifestare al giudice il mio dissenso circa eventuali anomalie, ambiguità e inesattezze nello svolgimento delle operazioni peritali. Discuto con il CTU di ciò che man mano emerge dall’indagine peritale, avanzando ipotesi alternative e proposte delle quali il CTU potrà tenere conto.
Collaboro con il CTU per giungere alla migliore definizione del caso, al fine di fornire al Giudice ogni elemento utile alla formulazione del giudizio.

Il mio ruolo di CTP è molto importante nelle cause civili di affidamento e/o di valutazione delle capacità genitoriali.
Non ho soltanto il ruolo di effettuare “critiche” e riserve al lavoro del Consulente Tecnico di Ufficio (CTU) durante le operazioni peritali e nella stesura della relazione scritta di controdeduzione alla relazione del CTU che potrà consentire al Giudice di avere una visione del caso da diverse prospettive, ma ha anche il compito di gestire e mediare le dinamiche conflittuali tra le parti, oltre a supportare e sostenere emotivamente il cliente, durante tutta la durata del procedimento, aiutandolo a fronteggiare al meglio i momenti più difficili.
Il procedimento peritale può, infatti, comportare un carico di stress e ansia notevole, che può esporre la persona a cedimenti depressivi e/o a comportamenti/esternazioni anche a proprio svantaggio.
Informo inoltre il cliente sull'andamento della perizia, cercando di chiarire i suoi dubbi e contenere le sue preoccupazioni.
Assisto quindi la parte affinché trovi il modo migliore per fornire al Perito/CTU gli elementi necessari a meglio comprendere la vicenda.

Per tutti i motivi sopra indicati, essere affiancati da un Consulente di Parte è certamente utile: può rendere il procedimento peritale più familiare e meno stressante, e può costituire un’opportunità per approfondire la conoscenza e la consapevolezza di sé.