STRATEGIE DI MEMORIZZAZIONE

E

DIFFICOLTA' SCOLASTICHE


Difficoltà di memorizzazione, attenzione, capacità di comprendere, ragionamento,...

ovvero tutte le funzioni cognitive più direttamente implicate nel processo di apprendimento,

spesso sono associate ad un comportamento ansioso nel contesto scolastico: bambini e adolescenti si sentono spesso imbarazzati quando sono chiamati a leggere ad alta voce, a rispondere alla domande in classe e a partecipare alle attività scolastiche in genere, si preoccupano generalmente in modo eccessivo per le loro performance scolastiche... in particolare se è presente un disturbo dell'apprendimento (es.: DSA).

Queste funzioni cognitive sono direttamente implicate, ma da sole non sono sufficienti a garantire il successo scolastico, la buona riuscita necessita anche di una adeguata motivazione, di un atteggiamento positivo verso la scuola, di una buona consapevolezza delle proprie potenzialità, unita alla capacità di utilizzarle in modo strategico… 

Esistono molte tecniche e strategie che aiuterebbero il nostro apprendimento e quindi la nostra memoria.

Ma vediamo insieme solo alcune di queste tecniche di memorizzazione:


free responsive web templates

Tecnica dei “loci”, chiamata tecnica della Roman Room ovvero “della stanza romana”, in cui vengono immagazzinate liste di elementi (per esempio la lista della spesa, ecc.). si tratta di un metodo che utilizza la visualizzazione di elementi per ricordare attraverso un percorso immaginativo e di organizzazione delle informazioni (per esempio: frutta in cucina, detersivi in bagno, banane in forno,ecc.). 

Quando ad esempio dovete ripassare il capitolo appena studiato o siete davanti al vostro insegnante, immaginate di ripercorrere, ad esempio, le diverse stanze della vostra abitazione nell’ordine desiderato e riportate alla mente i concetti chiave che avete associato ad ogni luogo. In questo modo, difficilmente perderete il filo del discorso o un passaggio di una dimostrazione!. Se volete ricordare i 7 re di Roma, potreste procedere in questo modo. Il primo fu Romolo, Romolo sarà l’ingresso di casa vostra. Numa Pompilio è il secondo, magari un ripostiglio dove tenete la pompa per le biciclette. L’ultimo è Tarquinio il Superbo, immaginate che nella camera da letto ci sia la persona più superba della vostra famiglia.  

Associando le stanze ai concetti sarà facile ricordare tutto. 

La tecnica di memorizzazione chiamata delle parole a piolo, o delle parole di velcro è utile quando dovete studiare bene degli elenchi, che dovete ricordare in un ordine ben preciso. Consiste nell’associare dei concetti che conosciamo bene, come i numeri da 1 a 20 con altri concetti nuovi che dobbiamo memorizzare. Un “piolo” quindi è solo un gancio mentale a cui “appendere” delle informazioni. Questo gancio agisce come un promemoria per aiutarvi a recuperare mentalmente delle informazioni. In altre parole, poichè non potrai mai dimenticare come contare da 1 a 10, associando le informazioni con quei numeri creerai un sistema di archiviazione mentale che ti permetterà di recuperàre l’informazione.

Queste due tecniche di memorizzazione potranno aiutarti a migliorare il tuo metodo di studio, a studiare bene e ricordare tutto in modo veloce!

Fattori cognitivi

Fattori motivazionali ed emotivi

Contatti

Indirizzo

Studio Privato:
Castegnero (Vicenza)
via Chiesa 47

Studio Associato:
Bolzano Vicentino (Vi)

Contatti
Email: sabrina.germi@libero.it
Telefono: 340 2750306

© Copyright 2020, Sabrina Germi, P.Iva 03780030247